Mostra I Love Lego a Roma: evento per bambini da non perdere

Uno degli eventi per bambini a Roma da non perdere nei prossimi mesi è senza dubbio la mostra I love Lego che si terrà fino al 19 aprile. I mattoncini più famosi del mondo prenderanno vita in una fantasmagorica giostra di forme e di colori che durerà dal 24 dicembre al 19 aprile 2020 a Palazzo Bonaparte, sito in piazza Venezia, nel rione Pigna.

Date, orari e aperture straordinarie

Come già menzionato, la mostra I love Lego a Roma, realizzata da Arthemisia in collaborazione con RomaBrick, è visitabile a Palazzo Bonaparte sino a domenica 19 aprile 2020. Sono inoltre previste aperture straordinarie durante le feste e fino ad aprile. Ecco gli orari di apertura della mostra: dal lunedì al venerdì ore 9 – 19; sabato e domenica ore 9 – 21 (la biglietteria chiude un’ora prima rispetto all’orario di chiusura).

Di seguito vi indichiamo le aperture straordinarie in programma:

Domenica 12 aprile ore 9 – 21

Lunedì 13 aprile ore 9 – 21

I biglietti: prezzi, promozioni e come acquistarli

Il biglietto intero è di 12 euro. Il biglietto ridotto è di 10 euro ed è rivolto alle seguenti categorie: 65 anni compiuti (con documento); ragazzi da 12 a 18 anni non compiuti; studenti under 26 (con documento); appartenenti alle forze dell’ordine; diversamente abili; giornalisti con regolare tessera dell’Ordine Nazionale (professionisti, praticanti, pubblicisti), possessori biglietto della mostra Impressionisti segreti, possessori di Card Arthemisia.

Promozioni disponibili:

  • Biglietto famiglia: 1 o 2 adulti + bambini (da 4 a 11 anni). Adulto 10 Euro a persona; bambini dai 4 agli 11 anni 6 Euro l’uno; gratis minori under 4
  • Ridotto gruppi 10 Euro (prenotazione obbligatoria con minimo 15 e massimo 25 persone)
  • Ridotto scuole 5 Euro (prenotazione obbligatoria con minimo 15 e massimo 25 persone)
  • Ridotto scuola dell’infanzia 4 Euro (prenotazione obbligatoria con minimo 15 e massimo 25 persone)
  • Biglietto open 14 Euro
  • Omaggio bambini under 4; accompagnatori di gruppi (1 ogni gruppo); insegnanti in visita con alunni/studenti (2 ogni gruppo); soci ICOM (con tessera); un accompagnatore per disabile; possessori di coupon di invito; possessori di Vip Card Arthemisia; giornalisti con regolare tessera dell’Ordine Nazionale (professionisti, praticanti, pubblicisti) in servizio previa richiesta di accredito da parte della redazione via mail.

I biglietti sono acquistabili online su Ticket.it o su Ticketone.it, oppure presso la biglietteria di Palazzo Bonaparte, dove però è possibile acquistare solo i biglietti per l’ingresso immediato in mostra e i biglietti open. Quest’ultima tipologia di biglietti è acquistabile anche online, e dà diritto all’ingresso in un giorno a propria scelta e all’orario desiderato, permettendo di evitare eventuali code. Il biglietto open è utilizzabile dal 4° giorno successivo a quello d’acquisto fino al termine della mostra.

Contenuti della mostra

Tra spettacolari diorami e creazioni artistiche, la mostra inaugura il nuovo piano espositivo interamente dedicato all’arte contemporanea e alle mostre per famiglie e bambini. In quest’area magicamente ricostruita I Love Lego presenta in scala ridotta dettagliatissime riproduzioni di fantastici mondi: dalla frenesia della città contemporanea alle avventure leggendarie dei pirati; dai paesaggi medievali agli splendori dell’Antica Roma in una riproduzione fedelissima del Foro di Augusto; dalla conquista dello spazio, alla suggestiva riproduzione di un paesaggio artico per arrivare al sorprendente scenario della Liberazione. Inoltre all’interno dei vari scenari saranno nascosti personaggi celebri, per una divertente caccia al dettaglio.

I Love Lego: il percorso della mostra

Liberazione

Con circa 120.000 pezzi questo diorama è la rappresentazione storica dell’ingresso degli alleati in uno dei paesi della provincia italiana che nel 1945 erano ancora sotto il controllo delle truppe tedesche. Le truppe si fanno strada tra i ruderi dei bombardamenti e le carcasse dei mezzi militari. La cura dei dettagli e la fedeltà delle riproduzioni restituiscono una fotografia emozionante e coinvolgente.

Grande Diorama City

Il Grande Diorama City è la massima espressione – composto di circa 160.000 pezzi – del tema cittadino rappresentato da costruzioni uniche e irripetibili, realizzate interamente con mattoncini originali e utilizzando sia tecniche di costruzione tradizionali, sia tecniche  anticonvenzionali. L’assetto urbano viene definito usando software CAD più convenzionali; si delineano così i quartieri del centro storico, stazione e tratta ferroviarie, zone verdi e aree ricreative.

Fori Imperiali – Fori di Augusto
anno 2 a.C.

Con circa 60.000 pezzi Il Foro di Augusto è il secondo in ordine cronologico tra i Fori Imperiali di Roma e questo diorama ne rappresenta una fedelissima e dettagliata ricostruzione. Nella piazza sorge il tempio dedicato a Marte Vendicatore, inaugurato nel 2 a.C., che si appoggiava sul fondo all’altissimo muro perimetrale. Alla testata del portico settentrionale un ambiente distinto ospitava una statua colossale dell’imperatore. Al centro della piazza spicca la quadriga trionfale dell’imperatore Augusto Vittorioso.

Diorama Medievale

90.000 pezzi rappresentano una città ispirata a Roma nel medioevo: le nuove costruzioni, create in mattoni e materiali di risulta, si addossano e si sovrappongono agli antichi edifici inglobandoli in una architettura caotica ma affascinante; case, torri e campi coltivati sorgono dove prima erano le grandi piazze pavimentate in marmo e travertino mentre chiese nascono dove prima si ergevano templi.

Grande Diorama Pirati

Circa 200.000 mattoncini creano il diorama che rappresenta la riproduzione degli insediamenti caraibici dei coloni inglesi del XVIII secolo. La tranquillità della natura incontaminata degli atolli vulcanici viene interrotta dal fragore delle cannonate delle navi imperiali a caccia dei pirati che inseguono i tesori nascosti, prede delle scorribande passate. Il tutto ai piedi del grande vulcano pronto ad eruttare.

Diorama Artico

In questa installazione, circa 80.000 pezzi, riproducono una porzione della calotta polare artica su cui è stata installata una base dedita allo studio delle risorse naturali. Sono presenti laboratori di analisi, hangar per il ricovero dei velivoli, zone adibite alle estrazioni minerarie, impianti eolici per la produzione di energia elettrica. Ormeggiata sulla banchina naturale c’è la grande nave rompighiaccio da ben 35.000 pezzi, completamente arredata al suo interno.

Diorama Classic Space

Lego Classic Space è il grande diorama “Spazio” che con 35.000 pezzi riproduce un insediamento minerario lunare. In questo futuristico scenario l’uomo si avvale dell’aiuto di astronavi, droidi e macchinari per la ricerca di nuove risorse. La sua realizzazione è in continuo divenire in quanto di volta in volta si arricchisce di nuovi elementi unici e irripetibili creati dal costruttore che trae ispirazione oltre che dalla serie originale anche dalle più importanti saghe di fantascienza cinematografiche.

Non perdetevi questa fantastica avventura nel mondo dei lego. I bambini rimarranno affascinati da questa mostra, mentre noi adulti faremo un salto indietro nel tempo, quando ai lego ci giocavamo tutti!

  • 25 Gennaio 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *