Giro in battello sul Tevere (anche di notte!): le info per stupire il tuo partner

Avete già deciso per Roma, la città romantica per antonomasia, la città eterna che continua ad incantarvi e ad emozionarvi. Avete già stabilito che sarà un week end e volete che tutto sia perfetto per voi due. Avete
già pensato di visitare i suoi vari monumenti e lasciarvi trasportare dal suo buon cibo e vino.

Ma cosa fare perché alla fine sia anche un momento da vivere in pieno relax e non solo un correre di qua e di là, arrivando a sera esausti e che il ricordo sia solo di una gran sfacchinata?

Forse non ci avete mai pensato ma esiste un altro modo per visitare Roma e le sue beltà. Un modo piacevole e anche romantico. Di cosa stiamo parlando?

Di un giro in barca sul Tevere.

Perché visitare Roma con un giro in battello sul Tevere?

Vedrete Roma come non l’avete mai vista. Una prospettiva diversa, un’atmosfera ovattata che rendono diversa questa città anche per chi la conosce molto bene in quanto romano.
Vi farà risparmiare energie. Roma è una bellissima città e ogni angolo andrebbe assaporato ma i vostri piedi chiederanno conto alla fine di una giornata trascorsa per lo più in piedi o camminando.

E immaginate una giornata afosa d’estate, la brezza del fiume è sempre piacevole, non credete? Mentre la barca scorrerà lungo il fiume, vi gusterete il fresco venticello che vi darà ristoro dalla calura.

In cosa consiste il giro in il battello?

Sarà come quegli autobus che avrete visto nelle varie città del mondo, i City Sightseeing, solo che questo potremmo chiamarlo ‘Boat Sightseeing’. Ci sono diverse fermate dalle quali potrete iniziare il vostro tour e
potrete decidere ad ogni fermata se scendere e visitare più da vicino il luogo che ha destato il vostro interesse o invece rimanere sulla barca ascoltando l’audio guida se volete risparmiare le vostre energie per
una successiva fermata.

Ogni mezz’ora ci sarà un battello che vi recupererà e vi trasporterà sul fiume per darvi l’opportunità di scendere a un’altra fermata. On line ci sono tante offerte e troverete sicuramente ciò che più vi appetisce. Conviene sempre prenotare e decidere in anticipo cosa vedere per evitare di allungare i tempi con attese inutili.

Un giro in battello sul Tevere di notte

E se ci fosse la possibilità di fare questo giro in battello sul Tevere di sera, magari anche cenando sul battello? Non sarebbe davvero romantico? Eccellente idea!

Roma di sera, quando le luci si accendono, acquista un fascino particolare e la stessa città renderà la vostra esperienza sul battello del tutto unica. Sarà una cenetta a lume di candela con una Roma del tutto inedita.

Probabilmente una soffice brezza accarezzerà la vostra pelle, il suono della musica dolce riempirà d’atmosfera l’ambiente e tutto sarà perfetto. Non a caso la nota canzone di Renato Rachel canta così: “Roma nun fa la stupida stasera, damme ‘na mano a faje dì de si. Sceji tutte le
stelle più brillarelle che poi e un friccico de luna tutta pe’ noi.”
Chissà, potrebbe essere un’idea impararla e cantargliela mentre proseguite il vostro viaggio lungo il fiume.

Di seguito qualche info sulla crociera e curiosità sul Tevere e le sue ‘magie’:

  • la crociera solitamente parte alle 21 e termina all’Isola Tiberina alle 23.
  • Il Tevere ha anche la sua storia che potrete citare per impressionare il vostro partner mostrandogli tutta la vostra cultura.
  • Il suo nome deriva dal Dio del fiume o da un re chiamato Tiberino che vi perse la vita annegando.
  • Divenne presto il confine naturale del territorio dei primi romani. Per secoli il Tevere dissetò la sete dei suoi abitanti. E non solo, ricco di pesci commestibili diede di che sfamarsi ai Romani.
  • Usato come via di comunicazione sin da tempi remoti, le sue acque hanno trasportato i materiali preziosi con cui si è costruita la Roma imperiale.

Fu solo con il lento crollo dell’impero Romano che il fiume perse a poco a poco il suo valore ma per i Romani, il Tevere rimane sempre il fiume per eccellenza.

Allora, cosa aspettate? Roma non vi deluderà se sceglierete di visitarla in battello.

  • 27 Gennaio 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *